A.S.PO. Chioggia

Logo Aspo Chioggia

Azienda Speciale per il Porto di Chioggia
Via Maestri del Lavoro, 50
30015 Chioggia (Ve)
tel. 041491199
fax 041490999

sito:

 

http://www.portodichioggia.com
http://www.portodichioggia.it

e-mail:

aspo@aspochioggia.it
aspo@legalmail.it

 

 

L’A.S.Po., Azienda Speciale per il Porto di Chioggia, istituita dalla Camera di Commercio di Venezia nel 1979, svolge funzioni di rappresentanza pubblica nell’interesse generale del Porto di Chioggia.

Nell’ambito dei suoi compiti istituzionali di programmazione, coordinamento e promozione delle opere e dell’attività portuale clodiense, precisamente individuati dall’art. 14 della legge 84/94 e sue successive integrazioni, a partire dai primi anni del ’90, dopo aver “sostenuto” la portualità nel vecchio scalo in Isola Saloni, si è dedicata alla fase attuativa degli interventi di realizzazione del nuovo porto commerciale in località Val da Rio, così come previsto dal Piano Regolatore Portuale redatto dall’Ing. Gottardo. 

Il lavoro aziendale si articola in quattro settori:

  1. realizzazione infrastrutture
  2. erogazione servizi e coordinamento attività portuale
  3. amministrazione beni patrimoniali
  4. promozione e programmazione

 

A)          REALIZZAZIONE INFRASTRUTTURE

L’Azienda promuove, realizza e gestisce strutture ed infrastrutture di interesse economico generale del comprensorio portuale di Chioggia, tanto di pertinenza del pubblico Demanio Marittimo che della proprietà privata, partecipando, secondo le norme del codice civile, con altri soggetti pubblici e privati, ad organismi associativi, ad enti, consorzi e società.

Cura e promuove tutte le iniziative imprenditoriali che sono connesse con le singole funzioni assegnate al porto di Chioggia nella loro integrità che comprendono la realizzazione di strutture a terra e di vettori, il loro collocamento operativo e lo stazionamento, al fine di sviluppare le attività non solo commerciali ma anche a servizio del traffico passeggeri.

L’intensità operativa dell’A.S.Po. ed il costante contributo finanziario di Stato Italiano, Unione Europea, Regione Veneto, Provincia di Venezia, Comune di Chioggia, grazie ad un ingente investimento da parte della Camera di Commercio di Venezia per l’acquisizione di aree private e concessioni su aree demaniali, attestando l’importanza strategica del porto clodiense, hanno consentito ad oggi la realizzazione delle seguenti opere:

 

  • 1.800 metri lineari di banchine portuali con relativi sottoservizi (impianto antincendio, impianto per rifornimento idrico, protezione catodica);
  • n.1 scassa per traffico RO/RO;
  • escavo bacino d’evoluzione e banchine per complessivi 3.000.000 metri cubi;
  • 350.000 mq. di piazzali portuali con relativi sottoservizi (impianti di illuminazione, antincendio, telefonico, rete di smaltimento acque superficiali e fognatura);
  • 4.500 metri lineari di raccordo ferroviario;
  • 16.500 mq. di magazzini portuali per il deposito delle merci;
  • n.1 capannone di 400 mq. adibito ad officina;
  • n.1 tettoia amovibile 20x20 metri per il ricovero delle merci;
  • 5 pese stradali e 3 pese ferroviarie, collegate in rete con cavidotti in fibra ottica;
  • Palazzina Centro Servizi di 4.200 mq. per uffici, sala convegni/sale riunioni;
  • n.2 Palazzine uffici per enti territoriali e piccole/medie imprese per 3.000 mq.;
  • Locale per ristorazione, bar e servizi al pubblico per 900 mq.;
  • Palazzina per stazione passeggeri di mq. 1.200 Val da Rio;
  • Palazzina per stazione passeggeri di ca. mq. 1.200 in Isola dei Saloni;
  • Opere di ingresso al porto in prossimità del varco doganale, viabilità d’accesso ed interna;
  • 1.000 metri di recinzione doganale n. 3 cancelli carrai di accesso al porto;
  • n.2 cabine Enel per allaccio alla rete elettrica.

 

Le opere realizzate sono state completate da A.S.PO. attraverso stralci funzionali, appaltati in qualità di ente appaltante.
Nel primo ventennio A.S.PO. ha concluso 15 “macro” interventi per circa 90 milioni di euro, mediante appalti pubblici sopra e sotto soglia comunitaria:

 

1° INTERVENTO:

1° TERMINAL VAL DA RIO

1992-1994

 

€ 2.332.066,84

 

 

2° INTERVENTO:

DOCUP OB. 2 1994/1996

1997-1999

 

€ 9.647.676,09

 

 

3° INTERVENTO:

CENTRO DIREZIONALE SERVIZIPORTUALI – I STRALCIO

1995-1997

 

€ 2.393.315,00

 

 

4° INTERVENTO:

DOCUP OB. 2 1997/1999

1999 - 2001

 

€ 8.394.887,39

 

 

5° INTERVENTO:

CIPE – IV STRALCIO PUNTA NORD

2000-2003

 

€ 6.789.317,83

 

 

6° INTERVENTO:

CIPE - BANCHINA E

2001-2004

 

€ 3.050.755,00

 

 

7° INTERVENTO:

PERTINENZE NORD DEL RACCORDO FERROVIARIO - I° STRALCIO

2000-2003

 

€ 972.440,00

 

8 INTERVENTO:

PERTINENZE NORD DEL RACCORDO FERROVIARIO - II° STRALCIO

2003 - 2005

 

€ 2.542.499,00

 

 

9° INTERVENTO:

CENTRO DIREZIONALE SERVIZI PORTUALI - II STRALCIO

2003 - 2004

 

€ 2.363.359,00

 

 

10° INTERVENTO :

VARCO DOGANALE E OPERE DI ACCESSO AL PORTO

2003 - 2005

 

€ 11.645.939,38

 

 

11° INTERVENTO :

PIAZZALI “D”, “E”, “F”, “G” , ZONA

BUNCHERAGGIO E OPERE DI INGRESSO AL PORTO

2005 - 2008

 

€ 18.074.828,35

 

 

12° INTERVENTO:

VARCO DOGANALE – II FASE REALIZZATIVA 

2006 - 2009

€ 7.089.613,00

 

13°  INTERVENTO :

RISTRUTTURAZIONE LOCALI PORTUALI, AREA FILTRO LOGISTICA

2007 - 2008

 

€ 2.198.474,32

 

 

14°  INTERVENTO :

REALIZZAZIONE LOCALI PORTUALI – ISOLA SALONI

2010 - 2011

 

€ 2.840.000,00

 

 

15°  INTERVENTO :

I STRALCIO FUNZIONALE BANCHINA A LOTTO EST

2011 – 2013

 

€ 4.660.000,00

 

 

 

Totale

€ €84.995.171,20

 

1992

2014

Nell’ambito del progetto di riqualificazione dell’Isola Saloni, inoltre, è stato ultimato lo Studio di fattibilità Urbanistica della Revisione al Piano Regolatore Portuale dell’area interna la cinta doganale, che è compreso in uno studio generale di revisione, proposto in sinergia con il Comune di Chioggia al fine della redazione di linee guida per gli interventi previsti nella variante al piano regolatore cittadino.

 

B)          EROGAZIONE SERVIZI e COORDINAMENTO ATTIVITA’ PORTUALI

L’Azienda provvede direttamente o mediante apposite imprese, all’erogazione di servizi di interesse generale, come regolati dai decreti 14 novembre 1994 e 4 aprile 1996, nonché di tutti i servizi connessi con quelli relativi alle operazioni portuali, e regolati dall’art. 68 del codice della navigazione.

Cura l’immagine delle infrastrutture portuali sia in ambito nazionale che all’estero, provvede alla raccolta e pubblicazione di dati ed informazioni riguardanti l’economia portuale ed i suoi traffici, nonché i programmi di sviluppo.

L’Azienda, che gestisce le aree portuali, riceve in deposito in aree doganali merci estere nazionali e comunitarie, provenienti sia via terra che via mare. Tale custodia, soggetta all’osservanza delle leggi vigenti e di un regolamento approvato dalla Dogana di Chioggia, è sempre stata registrata su appositi registri.

Dopo il trasferimento del varco doganale nella nuova area portuale, sono continuati ininterrottamente gli interventi per l’operatività con la predisposizione di:

  • un casello, operativo 12 ore al giorno, parallelo e di supporto a quello della Guardia di Finanza, per svolgere attività di riscontro delle merci in entrata ed uscita, nonché del personale che accede al porto per servizio;
  • un ufficio operativo 12 ore al giorno, per migliorare l’espletamento delle pratiche relative a:

- richieste di accesso;

- introduzione delle merci nei depositi di temporanea custodia, di lunga giacenza e di deposito fiscale;

- acquisizione e scarico di tali pratiche;

- introduzione delle merci comunitarie su appositi moduli;

- acquisizione bolle doganali emesse dalla Dogana di Chioggia;

- elaborazioni statistiche mensili ed annuali della movimentazione di merci e navi;

- sportello per merci in riconsegna.

 

Nel 2009 questa l’Azienda ha istituito anche il Servizio Veterinario per prodotti agroalimentari ed il Servizio del Fitopatologo per merci vegetali.

Il Ministero della Salute e precisamente i funzionari del Punto di Ispezione Frontaliera sito a Venezia, hanno trasferito un ufficio periferico a Chioggia per seguire i controlli delle merci agroalimentari in transito legate ai traffici di cereali.

 

C)          AMMINISTRAZIONE BENI PATRIMONIALI

L’Azienda amministra i beni patrimoniali, realizzati nel corso di trent’anni di attività, attraverso la realizzazione di opere pubbliche con l’utilizzo di finanziamenti dell’Unione Europea, Stato, Regione Veneto, Provincia di Venezia, Comune di Chioggia, Camera di Commercio di Venezia, nonché quelli conferiti in uso dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura di Venezia.

L’Azienda opera nell’ambito territoriale nazionale ed internazionale al fine di promuovere le strutture realizzate, locando, anche temporaneamente, le aree.

 

D)          PROMOZIONE E PROGRAMMAZIONE

I compiti promozionali dell'Azienda vengono assolti mediante l'elaborazione di studi finalizzati, proposte e progetti diretti a rendere più operativo e funzionale il porto.

L’Azienda ha realizzato un sito internet con l’obiettivo di fornire agli utenti uno strumento di consultazione sia per quanto riguarda l’offerta dei servizi sia per le professionalità presenti, proponendo una comunicazione visiva fluida, dinamica, sobria ed efficace.

L’A.S.Po. organizza incontri con operatori del settore diretti a collegare ed integrare i rapporti tra i centri di produzione e di consumo con i servizi dell'area portuale.

Relativamente all’attività promozionale negli anni ha partecipato a numerose manifestazioni fieristiche nazionali ed europee come ad esempio il Transport Logistic a Monaco di Baviera, il più importante salone della logistica dei trasporti a livello internazionale.

 

Fiore all’occhiello dell’attività promozionale di A.S.PO. dal 2009 è l’evento OTTOBRE Blu, che ha sempre  riscontrato un successo oltre le più rosee aspettative.

Evento annuale che, in collaborazione con la Marina Militare, prevede una serie di appuntamenti sportivi, culturali e ludici .

Un successo di immagine senza precedenti per Chioggia e per A.S.Po. che riesce a mantenere un fondamentale legame tra città e porto.

Ultimo Aggiornamento: 28/07/2016