Bando Obiettivo Expo 2015

 

Pubblicata la graduatoria nella sezione Documenti

Con determina del Dirigente Area 3 n. 68 del 1/10/2014 è stata approvata la graduatoria di merito delle imprese ammesse a partecipare al Bando Obiettivo Expo 2015.

 

INTERVENTO CHIUSO 

Si può inviare via PEC la domanda di contributo?

NO. L’art. 9 del Bando prevede esclusivamente la modalità telematica di spedizione della domanda attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese” del sistema Web Telemaco di Infocamere.

Pertanto è necessario richiedere l'abilitazione a Telemaco, seguendo le indicazioni fornite nella Guida allo Sportello Telematico (scaricabile nella sezione Documenti - link: http://www.ve.camcom.gov.it/farla-crescere/incentivi-ed-agevolazioni/Bandi-2014).

 

Cos’ è la firma digitale?

E’ l’equivalente informatico di una tradizionale firma autografa apposta su carta. La funzione della firma digitale è quella di attestare la validità, la veridicità e la paternità di un documento. La firma digitale consente: di sottoscrivere un documento informatico; di verificare, da parte del destinatario, l’identità del firmatario; la sicurezza della provenienza del documento e la certezza che l’informazione contenuta nel documento non sia alterata.

Per maggiori info su come ottenere lo strumento di firma digitale Token Usb (link)

 

Quale è il termine ultimo per la presentazione della domanda di contributo?

Le domande di partecipazione potranno essere presentate fino al 30 giugno 2014.

 

Chi può partecipare al bando?

Possono partecipare le imprese in possesso dei requisiti previsti dall’art. 3 del bando, regolarmente costituite, iscritte e attive al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Venezia con sede legale o almeno una unità operativa in provincia di Venezia (escluso magazzino o deposito).

Possono partecipare le aggregazioni di imprese (ATI, Consorzi, Contratti di rete) anche costituende al momento di presentazione della domanda, con obbligo di costituzione ed attivazione entro la data del 15 settembre 2014, pena la revoca della eventuale ammissione ai benefici del bando.

 

Nel caso di aggregazione di imprese chi presenta la domanda?

Nel caso di aggregazione già costituita alla data di scadenza del Bando, la domanda deve essere presentata dall’impresa capofila/mandataria che dovrà essere munita di mandato risultante da scrittura privata autenticata.

Nel caso di aggregazioni di imprese non ancora costituite e attive la domanda deve essere presentata da tutte le imprese coinvolte che si impegnano a costituire il raggruppamento entro la data del 15 settembre 2014.

Per poter presentare domanda di contributo, l’impresa capofila/mandataria deve avere sede legale/operativa in provincia di Venezia e i raggruppamenti devono essere formati almeno per 2/3 da imprese con sede legale/operativa in provincia di Venezia.

 

A quanto ammonta il contributo?

Il contributo a fondo perduto concesso in regime de minimis, sarà pari all’80% delle spese ammesse ed effettivamente sostenute (al netto di IVA e di ogni altra imposta e/o tassa) per la realizzazione del progetto, fino ad un massimo di € 30.000,00.

Potranno essere presentati progetti che prevedano una spesa totale ammissibile non inferiore a € 6.250,00.

 

E’ possibile rendicontare pagamenti con assegno o in contanti?

NO. Le spese dovranno essere comprovate da regolare fattura/e ed i relativi pagamenti dovranno essere effettuati con bonifico bancario, bonifico postale, ricevuta bancaria (RI.BA), carta di credito aziendale (escluso l’utilizzo di carte di credito personali dei titolari/soci/legali rappresentanti dell’impresa) ed altri strumenti di pagamento elettronico da cui sia riscontrabile la quietanza.

Non sono ammessi pagamenti con assegni o in contanti.

 

Cosa fare qualora in fase di effettuazione del progetto ammesso a contributo si verifichi la necessità di variare la spesa indicata nella domanda?

L’impresa prima di sostenere le spese oggetto di variazione dovrà comunicare tempestivamente la variazione tramite PEC all’indirizzo promozione.interna.bandi@ve.legalmail.camcom.it per l’approvazione della stessa.

In ogni caso la variazione di spesa non dovrà pregiudicare la struttura e le finalità del progetto inizialmente presentato e approvato dalla Commissione Tecnica di Valutazione.

 

Quale business plan allegare al modello di domanda?

Business plan in possesso dell’impresa o eventuale business plan elaborato secondo il modello disponibile nella documentazione Intervento Imprese Creative

 

 

Ultimo Aggiornamento: 01/04/2015