Asset immateriali

 AVVERTENZA

LE INFORMAZIONI RIPORTATE IN QUESTA PAGINA COSTITUISCONO UN ESTRATTO DI QUANTO CONTENUTO NEL BANDO QUADRO 2015 E NELLE SINGOLE SCHEDE INTERVENTO.

SI INVITA A CONSULTARE LA VERSIONE INTEGRALE DEL BANDO E LA RELATIVA SCHEDA INTERVENTO SCARICABILI NELLA SEZIONE DOCUMENTI.

 

Fondi a disposizione - intervento chiuso  

 

 

Pubblicata la graduatoria nella sezione Documenti

Con determina del Dirigente Area 1 Staff n. 14 dell'11/08/2015 è stata approvata la graduatoria delle imprese ammesse ai benefici.

   

L’intervento prevede uno stanziamento totale di € 120.000,00.

Le domande saranno ammesse al contributo in base all'ordine di arrivo e fino ad esaurimento della dotazione finanziaria disponibile.

DOTAZIONE FINANZIARIA ESAURITA - per informazioni contattare l'ufficio

 

Periodo di apertura del bando

Le domande possono essere inviate esclusivamente in modalità telematica dalle ore 12.00 del 13 aprile alle ore 12.00 del 31 luglio 2015.

 

Ammontare del contributo e indicazioni tecniche business plan

Il contributo massimo erogabile sarà di € 3.000,00, pari al 100% della spesa ammissibile, quale costo di elaborazione di un business plan strategico teso alla valorizzazione del capitale immateriale e intellettuale dell’impresa (risorse umane, proprietà intellettuale, capitale organizzativo e relazionale)nei percorsi di accesso al credito.

Il business plan potrà essere predisposto da:

- operatori professionali accreditati alla rete camerale;

- operatori professionali che abbiano elaborato business plan, secondo il modello camerale, per almeno una impresa beneficiaria del contributo, erogato nelle edizioni del Bando 2012, 2013 e 2014;

- operatori professionali, che svolgano prevalentemente attività di consulenza (nei seguenti settori di cui alla Classificazione ISTAT Ateco 2007 - Codici Ateco 69 – 70 – 74).

Le imprese, accompagnate dal professionista incaricato a redigere il business plan, dovranno obbligatoriamente partecipare ad una delle giornate di check up organizzate dalla Camera di Commercio di Venezia, nel periodo maggio/novembre 2015 con l’obiettivo di condividere la metodologia ed il modello di business plan da utilizzare.

Il business plan dovrà essere predisposto seguendo il modello fornito dalla Camera di Commercio.

Qualora dalla rendicontazione complessiva si evinca che l’ammontare delle spese sostenute non raggiunge almeno il 60% dei costi preventivati ed ammissibili, si procederà alla revoca del provvedimento di concessione del contributo.

  

Spese non ammissibili

Non saranno ammesse domande di contributo con spese di importo totale inferiore ad € 1.000,00, IVA esclusa.

Non sono ammesse le spese sostenute per l’elaborazione di business plan non predisposto sul modello camerale.

  

Come presentare domanda

Le domande dovranno essere inoltrate esclusivamente tramite la piattaforma Web Telemaco (http://webtelemaco.infocamere.it) - Servizi e-gov - Contributi alle imprese, dalle ore 12.00 del 13 aprile alle ore 12.00 del 31 luglio 2015.

  

Termine di rendicontazione

La rendicontazione dovrà essere effettuata entro il 31/12/2015.

 

Nuovo indirizzo PEC da utilizzare per tutte le comunicazioni: cciaadl@legalmail.it

 

Scarica la guida introduttiva alla valutazione degli intangibili

Introduzione check-up intangibili

Ultimo Aggiornamento: 13/08/2015