Certificare il Contratto di Lavoro

Nell’ambito dei servizi che le Camere di Commercio offrono in tema di mercato del lavoro è stata istituita presso l’Università telematica del sistema camerale italiano la Commissione di Certificazioneper i contratti in cui sia dedotta, direttamente o indirettamente, una prestazione di lavoro.

La Commissione di certificazione opera sul territorio nazionale grazie alla rete delle  Camere di Commercio [1], offrendo servizi nell’ambito dei contratti di lavoro, della consulenza ed assistenza in materia di Diritto del Lavoro e Relazioni Industriali, modelli organizzativi, salute e sicurezza sul lavoro, studi e ricerche nazionali ed internazionali.

 

La Commissione della Certificazione “Universitas Mercatorum”

Che cos’è la certificazione di lavoro?

Mediante la certificazione, disciplinata dagli artt. 78 ss del D.lgs 276/2003 e successive modifiche, i soggetti interessati (datore di lavoro e lavoratore) possono certificare i contratti in cui sia dedotta, direttamente o indirettamente, una prestazione di lavoro (contratti di lavoro subordinato, autonomo, parasubordinato, associativi, appalto/subappalto, di rete). La certificazione riguarda il tipo contrattuale e il regolamento contrattuale (singole clausole del contratto: ad es. retribuzione, mansioni, orari, ecc.)

 

Quali sono i soggetti abilitati alla certificazione?

La Commissione di certificazione è l’organo abilitato alla certificazione dei contratti con possibilità di operare presso la sede della Camera di commercio. La Commissione di certificazione istituita presso l’Università delle Camere di Commercio “Universitas Mercatorum” si avvale della collaborazione di esperti in materia di diritto del lavoro e salute e sicurezza sul lavoro e del supporto delle strutture delle Camere di Commercio.

 

Come si certifica un contratto?

Per certificare un contratto è sufficiente attivare la procedura di certificazione, anche mediante lo sportello della Camera di Commercio, con la presentazione di una istanza alla Commissione di Certificazione che, entro 30 giorni dalla richiesta, emette il provvedimento di certificazione. Le istanze sono redatte utilizzando appositi moduli predefiniti per ogni tipologia di contratto di cui si chiede la certificazione.

Alle parti richiedenti è richiesta in alcuni casi una audizione che può essere effettuata presso la Camera di Commercio con presenza fisica di personale della Camera di commercio e collegamento in via telematica della Commissione di certificazione.

Le istanze, suddivise in base al tipo di contratto da certificare, sono reperibili sul sito della Commissione di Certificazione di Universitas Mercatorum oppure presso lo sportello della Camera di commercio (vedi l'etichetta Contatti di questa pagina).

 
Quando può essere certificato un contratto?

Il contratto può essere certificato sia al momento della stipulazione sia in corso di esecuzione, con effetto retroattivo e cioè sin dall’inizio del rapporto di lavoro.

 

Dove si può certificare un contratto?

Dopo aver scaricato la documentazioni richiesta sul sito indicato, la Commissione di Certificazione opera anche presso la struttura territoriale delle Camere di Commercio che supporta, per i profili amministrativi, i soggetti coinvolti nelle varie fasi della procedura di certificazione. Per agevolare la procedura, le parti si possono avvalere anche della modalità “online” messa a disposizione dall’Università Telematica.

 

Quali effetti produce un contratto certificato?

Il provvedimento di certificazione produce effetti tra le parti e verso terzi (Ispettorato del lavoro, Inps, Agenzia delle Entrate, Inail ) che non possono pertanto adottare provvedimenti amministrativi o giurisdizionali (ordinanze ingiunzioni, cartelle di pagamento, decreti ingiuntivi, diffide anche accertative di crediti, disposizioni, prescrizioni etc) in contrasto con la certificazione, a pena di nullità.

 

Per quali motivi può essere impugnato un contratto certificato?

Il provvedimento di certificazione può essere impugnato dal datore di lavoro e dal lavoratore, oltre che dai terzi interessati, davanti:

- al Giudice del lavoro per erronea qualificazione del contratto oppure difformità tra il programma negoziale certificato e la sua successiva attuazione, per vizi del consenso, previo esperimento del tentativo di conciliazione presso la Commissione di Certificazione che ha emesso il provvedimento;

- al Tribunale Amministrativo Regionale per violazione del procedimento o per eccesso di potere.

 

Quali sono le ulteriori funzioni che svolge la Commissione di Certificazione?

  • attività di consulenza e assistenza effettiva alle parti contrattuali;

  • certificazione delle rinunzie e transazioni di cui all’art. 2113 c.c. a conferma della volontà abdicativa o transattiva, con l’effetto di renderle inoppugnabili ai sensi dell’ultimo comma dello stesso art. 2113 c.c.;

  • procedure di conciliazione ex art. 410 c.p.c. nel caso di controversia avente ad oggetto il contratto certificato, essendo condizione di procedibilità dell’eventuale azione giudiziaria, nonché il tentativo facoltativo di conciliazione di cui all’art. 31, comma 13, L. 4 novembre 2010, n. 183 per tutte le controversie di lavoro;

  • procedure arbitrali per la definizione, ai sensi dell’articolo 808- ter c.p.c., delle controversie di lavoro pubblico e privato. La Commissione di certificazione accerta, altresì , la effettiva volontà delle parti di devolvere, mediante clausola compromissoria, ad arbitri le controversie che dovessero insorgere in relazione al rapporto di lavoro (escluse quelle relative alla risoluzione del contratto di lavoro).

 

Quali sono i costi dei servizi offerti dalla Commissione di Certificazione?

I costi variano in base al servizio richiesto, con tariffe medie di € 250,00 a certificazione. I soggetti che accedono ai servizi mediante le Camere di Commercio hanno diritto a tariffe agevolate convenzionate.

 

Il ruolo della Camera di Commercio di Venezia, Rovigo Delta-Lagunare

La Camera di Commercio  Venezia, Rovigo Delta Lagunare offre presso le sedi di Venezia e Mestre un servizio di supporto operativo per la presentazione di istanze di certificazione e per lo svolgimento delle riunioni della Commissione, nella fase di audizione delle parti.

 

[1] Camere di Commercio di Arezzo, Avellino, Bari, Ferrara, Genova, Monza, Ragusa, Roma, Salerno e Venezia-Rovigo Delta-Lagunare operative da giugno 2015

 

Camera di Commercio di  Venezia, Rovigo Delta Lagunare

ORARI: dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30

-      Dott.ssa Giovanna Zennaro: giovanna.zennaro@dl.camcom.it - tel. 041 786246 – sede di Venezia

-      Dott.ssa Giovanna Mialich:giovanna.mialich@dl.camcom.it - tel. 041 786289 – sede di Mestre

-      Dott.ssa Isabella Callegaro: isabella.callegaro@dl.camcom.it - tel.041 786212 – sede di Mestre

 

La sede della Commissione della  Certificazione è presso la Facoltà di Economia di Universitas Mercatorum, nel complesso di Villa Massenzia –Via Appia Pignatelli 62- 00178 ROMA

La segreteria della Commissione è attiva dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 17.30

-      Dott.ssa Pina Pedicini: p.pedicini@unimercatorum.it -tel. 06 78052315;

Ultimo Aggiornamento: 01/06/2016