Titolari Gas

Il D.M. 16 aprile 2012, n. 75 (modificato dal Decreto 24/03/2015 n. 60) Regolamento concernente i criteri per l'esecuzione dei controlli metrologici successivi sui contatori del gas e i dispositivi di conversione del volume, in attuazione dell’articolo 19 del decreto legislativo 2 febbraio 2007, n. 22, prevede che le Camere di Commercio formino l’elenco dei titolari dei contatori del gas e dei dispositivi di conversione, consultabile dal pubblico anche per via informatica e telematica.

L'elenco è consultabile nella sezione "Norme/Documenti".

I titolari del contatore del gas e del dispositivo di conversione, sono le persone fisiche o giuridiche titolari della proprietà del contatore e/o del dispositivo o che, ad altro titolo, ne hanno la disponibilità.


QUALI SONO GLI OBBLIGHI DEI TITOLARI?

Relativamente ai contatori e ai dispositivi di conversione soggetti all'obbligo della verificazione periodica i titolari hanno i seguenti obblighi, descritti dall’articolo 12 del D.M. 75/2012:

a) comunicano entro 30 giorni alla Camera di Commercio competente la data di inizio e di fine dell'utilizzo e gli altri elementi previsti all'articolo 13, comma 2, del contatore del gas e del dispositivo di conversione, indicandone l'eventuale uso temporaneo;

b) garantiscono il corretto funzionamento dei loro contatori del gas e dei dispositivi di conversione, conservano inoltre la documentazione a corredo dello strumento e il libretto metrologico che contiene almeno gli elementi informativi riportati nell'allegato II;

c) mantengono l'integrità dell'etichetta apposta in sede di verificazione periodica, nonché di ogni altro marchio, sigillo, anche di tipo elettronico, o elemento di protezione;  

d) curano l'integrità dei sigilli provvisori di cui richiedono l'applicazione al riparatore”.


CHI ESEGUE LA VERIFICA PERIODICA?

La verificazione periodica dei contatori del gas e dei dispositivi di conversione di tipo MID può essere eseguita solo da Organismi riconosciuti da Unioncamere.

Tutti gli utenti che hanno in uso strumenti metrici MID, devono individuare uno tra questi soggetti per far eseguire le verifiche a seguito di riparazione o di scadenza di validità della periodica. 

In caso di esito positivo della verificazione, verrà apposto apposito contrassegno verde riportante il mese e l'anno di scadenza, nonché il soggetto che ha eseguito la verifica. In caso di esito negativo, sugli strumenti di tipo MID viene apposta una specifica etichetta con scritte nere su fondo rosso. Tale strumento potrà essere riutilizzato solamente dopo la riparazione e nuova richiesta di verificazione.


QUALI SONO GLI ORGANISMI RICONOSCIUTI E CHE OBBLIGHI HANNO?

L’elenco degli Organismi riconosciuti idonei è scaricabile da questo link: "ELENCO ORGANISMI MID MI 002" (dal sito di UnionCamere).

Sugli Organismi e sul loro operato Unioncamere Nazionale e le Camere di Commercio effettueranno la vigilanza prescritta dalla vigente normativa. 

Gli Organismi devono rispettare il Regolamento di UnionCamere per gli Organismi che eseguono la verificazione periodica degli strumenti di misura di cui al decreto ministeriale n. 75 del 16 aprile 2012 sui controlli successivi ai sensi art. 19 del D.lgs. n. 22/2007 (clicca qui).

TIPOLOGIA DI   STRUMENTO

PERIODO VERIFICA

ALLEGATO   MID

LABORATORI   ABILITATI

NORMATIVA DI   RIFERIMENTO

Contatori del gas

- Contatori   del gas a   pareti deformabili: entro 16 anni

- Contatori del gas a   turbina e a rotoidi: entro 10 anni

- Contatori del gas   di   altre tecnologie rispetto a quelle sopra indicate: entro 8 anni.

Allegato MI-002

MI 002

DM 75/2012

Convertitori di volumi di gas   alle condizioni base

- Dispositivi di   conversione del volume in cui i sensori di temperatura e pressione sono     parti integranti del dispositivo stesso: entro 4 anni

- Dispositivi   di conversione del volume in cui i sensori di temperatura e pressione   sono   elementi sostituibili con altri analoghi, senza che sia   necessario modificare le altre parti dello strumento: entro 2 anni.

Allegato MI-002

MI 002

DM 75/2012

Ai fini della formazione dell'elenco dei titolari dei contatori del gas e dei dispositivi di conversione, i titolari inviano l’elenco degli strumenti verificati, messi in servizio o dismessi, utilizzando il programma Web Telemaco.

Al riguardo, la CCIAA di Venezia Rovigo Delta Lagunare promuove l'utilizzo della pratica telematica, il servizio che consente l’invio telematico delle comunicazioni, previa sottoscrizione con firma digitale del rappresentante legale dell’impresa o persona con poteri di firma o eventuale soggetto delegato.

Per maggiori informazioni sull’attivazione del contratto Telemaco e abilitazione al servizio si consiglia di consultare la QuickReference consultabile nella sezione "Norme/Documenti".


In alternativa, si può utilizzare il file predisposto da UnionCamere (scaricabile nella sezione Norme/Documenti) che dovrà essere compilato correttamente e inviato alla mail metrico@dl.camcom.it

In caso di informazioni incomplete o di errata compilazione, il file sarà rispedito al mittente con richiesta di un nuovo invio del file corretto.


Si ricorda che ove non vi abbia già provveduto il fabbricante, l'Organismo che esegue per la prima volta la verificazione periodica dota i contatori del gas e i dispositivi di conversione, senza onere per il titolare degli stessi, di un libretto metrologico, anche su supporto informatico contenente le informazioni di cui all'allegato II del Decreto 16 aprile 2012, n. 75.

In attuazione del Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 16 aprile 2012, n.75 (G.U. 132 dell’8 06 2012) UnionCamere ha approvato il Regolamento per disciplinare le condizioni di riconoscimento degli organismi per l'avvio e lo svolgimento della verificazione periodica sugli strumenti di misura di cui all'allegato MI-002 della Direttiva 2004/22/CE (MID).

Per consultare la documentazione, clicca su:

http://www.unioncamere.gov.it/P42A1361C421S143/Regolamento-di-Unioncamere-per-gli-organismi-che-eseguono-la-verificazione-periodica-sui-contatori-del-gas-ed-i-convertitori-di-volume-di-cui-al-D-M--n--75-del-16-aprile-2012-.htm

Ultimo Aggiornamento: 25/01/2017