Marchi Internazionali

IL MARCHIO INTERNAZIONALE

La domanda per marchio internazionale consente di estendere - attraverso un unico deposito - la protezione di un marchio depositato in Italia in numerosi paesi europei ed extraeuropei con effetti corrispondenti ad un deposito nazionale in quei paesi.

La registrazione internazionale conferisce al titolare il riconoscimento di un fascio di marchi nazionali, ognuno dei quali segue poi la normativa relativa al paese in cui viene registrato.

Gli stati che consentono questo tipo di procedura sono quelli aderenti all’Accordo di Madrid e al Protocollo di Madrid. L’elenco degli stati (List of Members) è visualizzabile sul sito: http://www.wipo.int/madrid/en/members/.

La protezione decorre dalla medesima data del deposito originario in Italia (o all’UAMI  se esiste solo il marchio comunitario) se la domanda di marchio internazionale è presentata entro sei mesi. Trascorso tale termine la protezione decorre dalla data di deposito della domanda di marchio internazionale.

 

 

La procedura di registrazione di un marchio internazionale consiste nella presentazione di un’unica domanda all’O.M.P.I (Organizzazione Mondiale della Proprietà Industriale) di Ginevra. 

Per ottenere la registrazione internazionale di un marchio depositato per la prima volta in Italia, quale Paese di origine, occorre presentare, presso una qualunque delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura situate nel territorio nazionale, per ciascun marchio, i  documenti elencati di seguito.

Stessa procedura vale anche per le modifiche alla domanda originaria, il rinnovo e le eventuali designazioni a posteriori di ulteriori Paesi, salvo i casi in cui è possibile per il titolare depositare la domanda direttamente all'O.M.P.I.

Per consultare l'elenco aggiornato dei paesi che aderiscono all'Accordo di Madrid o al Protocollo di Madrid per il deposito internazionale http://www.wipo.int/madrid/en/members/.

LA DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE PER IL DEPOSITO MARCHIO INTERNAZIONALE:

  • una domanda redatta su carta bollata da € 16 (vedi schema di domanda nella sezione modulistica);
  • n. 2 copie formulari firmati in originale. I modelli sono scaricabili dal sito internet dell’wipo-forms. Deve essere utilizzato uno dei seguenti formulari, in base all’adesione all’Accordo o al Protocollo di Madrid dei paesi presso cui si chiede l’estensione della protezione:

a) formulario MM1 da utilizzare quando tutti i paesi designati aderiscono all’Accordo di Madrid;

b) formulario MM2 da utilizzare quando tutti i paesi designati aderiscono al Protocollo di Madrid;

c) formulario MM3 da utilizzare quando i paesi designati aderiscono in parte all’Accordo di Madrid e in parte al    Protocollo di Madrid;

d) formulario MM17 da utilizzare quando è designata l’Unione Europea, in aggiunta agli altri formulari;

e) formulario MM18 da utilizzare quando sono designati gli Stati Uniti d’America in aggiunta agli altri formulari.

  • lettera d'incarico in bollo solo ed esclusivamente se il deposito avviene a mezzo mandatario/avvocato.

LA DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE PER ESTENSIONE MARCHIO INTERNAZIONALE:

  • Una domanda redatta su carta bollata da € 16,00 (vedi schema di domanda nella sezione modulistica);
  •  Formulario OMPI MM4 scaricabile dal sito wipo-forms in duplice originale compilato in francese o inglese, a scelta del richiedente. Se la domanda di registrazione del marchio internazionale era soggetta all’applicazione dell’Accordo, e quindi redatta in francese, ogni modulo di estensione internazionale deve essere compilato nella stessa lingua, se designa Paesi appartenenti unicamente all’Accordo;
  • lettera d'incarico in bollo solo ed esclusivamente se il deposito avviene a mezzo mandatario/avvocato.
 

 

Il requisito essenziale per ottenere la registrazione di un marchio internazionale è che il richiedente abbia la cittadinanza o la residenza in uno dei paesi aderenti alla Convenzione di Madrid o che, in caso di una società, eserciti la propria attività in uno degli stessi.

Per richiedere la registrazione di un marchio internazionale è indispensabile essere titolari del deposito o della registrazione nazionale dello stesso marchio.

Dal 1° ottobre 2004, come conseguenza dell’adesione dell’Unione Europea al Protocollo di Madrid, i titolari di una domanda di marchio comunitario o di un marchio comunitario registrato possono utilizzare tale domanda o tale registrazione come base per una domanda di marchio internazionale.

 

 

 DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI MARCHIO INTERNAZIONALE:
  • Ricevuta del versamento delle tasse internazionali a favore dell'OMPI. L’importo delle tasse, il software per calcolare le medesime e le modalità di versamento sono indicate nel sito dell’OMPI - Fee Calculation;
  • Attestazione di versamento delle tasse di concessione governativa di € 135,00 da effettuarsi con F24 codice tributo C302 e come elemento identificativo la dicitura "domanda per registrazione/rinnovo marchio internazionale" abbreviabile in “Reg Marchio Inter”;
  • Attestazione di versamento di diritti di segreteria di € 40,00 da versare sul c/c postale 13405303 intestato alla Camera di Commercio Delta Lagunare di Venezia Rovigo, più ulteriori € 3,00 e una marca da bollo da € 16, se si richiede la copia autentica del verbale di deposito;
  • Atto di procura o lettera di incarico in bollo da € 16, corredata dalla ricevuta di versamento di € 34,00 con F24.

DA ALLEGARE ALLA DOMANDA ESTENSIONE MARCHIO INTERNAZIONALE:

  • Ricevuta del versamento delle tasse internazionali a favore dell' O.M.P.I. L’importo, in franchi svizzeri (CHF). Per la determinazione dell’esatto importo da pagare, si consiglia di utilizzare il sito OMPI - fee calculator;
  • Attestazione di versamento di diritti di segreteria di € 10,00 da versare sul c/c postale 13405303 intestato alla Camera di Commercio Delta Lagunare di Venezia Rovigo, più ulteriori € 3,00 e una marca da bollo da € 16, se si richiede la copia autentica del verbale di deposito;
  • Atto di procura o lettera di incarico in bollo da € 16, corredata dalla ricevuta di versamento di € 34,00 con F24.
 

Attraverso la registrazione internazionale di un marchio si ottiene la protezione dello stesso nei Paesi che aderiscono alla Convenzione internazionale denominata Sistema di Madrid.

Tale convenzione è regolata da due distinti trattati internazionali: l’Accordo di Madrid e il Protocollo di Madrid, i quali sono disciplinati da  un Regolamento di esecuzione comune.

A questo proposito, l’U.I.B.M. ha provveduto a emanare le seguenti circolari relative all’applicazione di suddetta normativa internazionale:

  • circolare 462 del 28/10/2004:  adesione dell'Unione Europea al Protocollo relativo all'Accordo di Madrid sulla registrazione internazionale dei marchi
  • circolare 440 del 21/05/2002: entrata in vigore delle modifiche al Regolamento di esecuzione comune all'Accordo e al Protocollo di Madrid sulla registrazione internazionale dei marchi
  • circolare 414 del 10/04/2000 : entrata in vigore del Protocollo relativo all'Accordo di Madrid per la registrazione internazionale dei marchi

 

 

 

Ultimo Aggiornamento: 20/10/2017