Metalli Preziosi

Tutti coloro che vendono platino, palladio, oro e argento in lingotti, verghe, laminati, profilati e semilavorati in genere, e coloro che fabbricano e/o importano oggetti contenenti metalli preziosi, devono iscriversi nel Registro degli assegnatari dei marchi di identificazione dei Metalli Preziosi tenuto presso la Camera di Commercio, con conseguente rilascio del marchio (specifico per ogni operatore) e dei punzoni che lo contengono, necessari per la marcatura (anche di tipo laser).

Gli oggetti in metallo prezioso fabbricati e posti in commercio sul territorio nazionale devono essere obbligatoriamente a titolo legale e devono portare impresso il marchio con il titolo legale e il marchio di identificazione.

Il titolo legale rappresenta il contenuto di metallo prezioso dell'oggetto stesso e deve essere espresso in millesimi.

In Italia sono legali i seguenti titoli:

  • per il PLATINO: 950, 900 e 850 millesimi;
  • per il PALLADIO: 950 e 500 millesimi;
  • per l'ORO: 750, 585, 375 millesimi;
  • per l'ARGENTO: 925 e 800 millesimi.


Il punzone è lo strumento con il quale il fabbricante, ottenuta l'iscrizione nel Registro degli Assegnatari, appone il proprio marchio di identificazione sugli oggetti in metalli preziosi. Tale punzone è ricavato esclusivamente da matrici custodite presso la Camera di Commercio.

Il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 19 aprile 2015 consente alle imprese orafe di avvalersi anche della tecnologia laser per l’applicazione del marchio di identificazione e del titolo legale.


DEVO RINNOVARE IL MARCHIO?

Si: il marchio va rinnovato ogni ano.
La concessione del marchio è soggetta a rinnovo annuale (art.7 comma 2 D.P.R. 22.05.1999), previo pagamento di un diritto, di importo pari alla metà di quello fissato per ottenere la concessione stessa, da versare entro il mese di gennaio di ogni anno.

Oltre alle funzioni amministrative, gli Uffici metrici effettuano la sorveglianza nel settore orafi al fine di determinare il titolo del metallo in lega, attraverso analisi di laboratorio su campioni prelevati.


QUALI SONO LE PRINCIPALI ATTIVITÀ DELL’UFFICIO?

Le principali attività dell’ufficio metrico in materia di metalli preziosi sono le seguenti: 

  • Allestimento dei punzoni per imprese già assegnatarie del marchio d'identificazione dei metalli preziosi.
    Per le imprese già assegnatarie del marchio d'identificazione che intendono richiedere l'allestimento di ulteriori punzoni in aggiunta a      quelli già in dotazione o in sostituzione di quelli usurati. Oggi è possibile richiedere anche i dispositivi token necessari per la marcatura      laser.
    Attenzione: i punzoni usurati devono essere restituiti alla Camera di Commercio; in caso di smarrimento dovrà essere fatta immediata denuncia alla Camera di Commercio.
  • Assegnazione del marchio d'identificazione dei metalli preziosi.
    Le imprese che intendono vendere platino, palladio, oro e argento in lingotti, verghe, laminati, profilati e semilavorati in genere ovvero vogliano fabbricare od importare oggetti contenenti tali metalli sono tenute a richiedere alla Camera di Commercio territorialmente competente la concessione del marchio d'identificazione per metalli preziosi e l'iscrizione nel registro provinciale degli assegnatari dei marchi di identificazione.
  • Richiesta di cancellazione dal registro degli assegnatari dei marchi d'identificazione dei metalli preziosi.
    Le imprese già assegnatarie del marchio di identificazione che intendono cessare l'attività che comporta l'obbligo dell'uso del marchio d'identificazione per metalli preziosi, devono cancellarsi dal registro e restituire i punzoni/token per marcatura laser in loro possesso.

Ai fini dell'ottenimento del marchio di'identificazione e dell'iscrizione nel relativo registro degli assegnatari, l'interessato dovrà presentare domanda alla Camera di Commercio presso la quale l'azienda a la sede legale.

I principali obblighi dell'assegnatario di marchio d'identificazione sono:

  • rinnovare annualmente il marchio ottenuto, versando alla competente Camera di Commercio un importo pari alle metà di quello corrisposto in fase di assegnazione del marchio;
  • presentare immediata denuncia alla Camera di Commercio, di eventuali marchi d'identificazione smarriti;
  • riconsegnare alle Camere di Commercio i punzoni resi inservibili dall'usura, per la prevista deformazione;
  • utilizzare solo ed esclusivamente il marchio assegnato salvo il caso, previa autorizzazione scritta e sotto la propria responsabilità, di far apporre il proprio marchio da altri soggetti titolari di marchi che partecipano al processo produttivo.

 Due cose da ricordare:

  1. alla domanda di iscrizione al registro, bisognerà allegare una copia della licenza di pubblica sicurezza. (art.127 T.U. approvato con R.D. 18/06/1931 e modifiche);
  2. nessuna licenza dovrà essere allegata per le imprese iscritte all'albo delle imprese artigiane. (art.116 D. Lgs. 31/03/1998)


Il Decreto Legislativo n. 251/1999 individua le seguenti categorie di soggetti che possono presentare richiesta per l'assegnazione del marchio di'identificazione:

  • le aziende artigiane iscritte all'Albo delle imprese artigiane;
  • le aziende commerciali con laboratorio annesso ed importatrici;
  • le aziende a carattere industriali.

 
PUNZONE PER IL MARCHIO

Il punzone per il marchio è lo strumento che permette la marchiatura del metallo e dovrà riprodurre un'impronta, di forma e dimensioni definite, contenente il numero identificativo del produttore o dell'importatore e la sigla della Provincia dove questi risiede.

La sua realizzazione è ottenuta da una matrice custodita presso la Camera di Commercio, la stessa Camera ne autorizza la deformazione in occasione di cessazione dell'attività.

La spesa per la produzione dei punzoni è sempre a carico della ditta richiedente.


PUNZONE PER IL TITOLO

Il punzone per il titolo è lo strumento che permette di apporre il titolo, espresso in millesimi, su una parte principale dell'oggetto ed è realizzabile solo nel rispetto delle forme e dimensioni stabilite.

A differenza del punzone per il marchio d'identificazione, il punzone per il titolo non ha alcuna matrice depositata e può essere prodotto da qualunque ditta specializzata.


MARCATURA LASER

Il 29 maggio 2015 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 123) il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 17 aprile 2015 recante disposizioni tecniche di dettaglio per l'applicazione del marchio di identificazione e l'indicazione del titolo legale sugli oggetti in metallo prezioso con la tecnologia laser.

Il provvedimento consente quindi alle imprese orafe di avvalersi della tecnologia laser per l’applicazione del marchio di identificazione e l’indicazione del titolo legale ed, inoltre, conferma in capo alle Camere di Commercio la titolarità del procedimento istruttorio e della successiva vigilanza.

La gestione tecnico operativa è invece affidata ad InfoCamere, la società consortile informatica del sistema camerale.
 

DIMENSIONI DELLE IMPRONTE (ai sensi del DPR 30 maggio 2002, n.150): 

Allegato III - TABELLA DELLE CARATTERISTICHE E DIMENSIONI DELL’IMPRONTA DEL MARCHIO DI IDENTIFICAZIONE DEI METALLI PREZIOSI           

Dimensioni del marchio di identificazione

Impronte

A
mm

B
mm

1^ grandezza

0,6

1,8

2^ grandezza

0,8

2,7

3^ grandezza

1,2

3,8

4^ grandezza

1,6

5,6

 

Allegato IV - PUNZONI DI TIPO NORMALIZZATO 

Dimensioni dei punzoni

Impronte

S
mm

L1
mm

L
mm

1^ grandezza

7

60

80

2^ grandezza

7

65

80

3^ grandezza

7

65

80

4^ grandezza

8 o 10

65

80

 

Allegato V - IMPRONTE NORMALIZZATE RECANTI L’INDICAZIONE DEL TITOLO eTABELLA DELLE CARATTERISTICHE E DIMENSIONI DELL'IMPRONTA DEL MARCHIO DI IDENTIFICAZIONE DEI METALLI PREZIOSI come modificate dal DPR 26/11/ 2014, n. 195

Dimensioni del marchio di identificazione

Impronte

A
mm

B
mm

1^ grandezza

0,4

1,4

2^ grandezza (ex prima)

0,6

1,8

3^ grandezza (ex seconda)

0,8

2,7

4^ grandezza (ex terza)

1,2

3,8

5^ grandezza (ex quarta)

1,6

5,6

COSTI DIRITTI DI SAGGIO E MARCHIO:
-
aziende commerciali con laboratorio o imprese artigiane iscritte all'Albo Artigiani: € 65,00
-
aziende industriali fino a cento dipendenti: € 258,00
-
aziende industriali con più di cento dipendenti: € 516,00

COSTI DIRITTI DI SEGRETERIA: 31,00

COSTO ALLESTIMENTIO PUNZONI: importo variabile a seconda della ditta scelta per la realizzazione dei punzoni.

RINNOVO ANNUALE: MODALITÀ DI PAGAMENTO, IMPORTI DOVUTI PER IL RINNOVO E INDENNITÀ DI MORA

Il pagamento dovrà avvenire con una delle seguenti modalità:

A) Versamenti in CC POSTALE a favore della Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare con bollettino postale:

bollettino
postale
intestato a:causale
000010784304 
Camera di Commercio VE-RO Delta Lagunare – Servizio Metrico codice 101-rinnovo concessione marchio
identificazione metalli preziosi n. ... prov. ... anno 2017 impresa ...


B)
Versamenti con BONIFICO a favore della Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare, gestiti dall’istituto cassiere Bancadria – Credito Cooperativo del Delta.
IBAN: IT35J0359901800000000138500  causale: codice 101-rinnovo concessione marchio identificazione metalli preziosi n. ... prov. ... anno 2017 impresa ...


1) IMPORTI PER IMPRESE ARTIGIANE E COMMERCIALI CON ANNESSO LABORATORIO

mesediritti rinnovoindennità di moraTOTALE
pagamento entro il mese di Gennaio€ 32,00€ 0€ 32,00
pagamento entro il mese di Febbraio€ 32,00€ 3,00€ 35,00
pagamento entro il mese di Marzo€ 32,00€ 5,00€ 37,00
pagamento entro il mese di Aprile€ 32,00€ 8,00€ 40,00
pagamento entro il mese di Maggio€ 32,00€ 11,00€ 43,00
pagamento entro il mese di Giugno€ 32,00€ 13,00€ 45,00
pagamento entro il mese di Luglio€ 32,00€ 16,00€ 48,00
pagamento entro il mese di Agosto€ 32,00€ 19,00€ 51,00
pagamento entro il mese di Settembre€ 32,00€ 21,00€ 53,00
pagamento entro il mese di Ottobre€ 32,00€ 24,00€ 56,00
pagamento entro il mese di Novembre€ 32,00€ 27,00€ 59,00
pagamento entro il mese di Dicembre€ 32,00€ 29,00€ 61,00


2) IMPORTI PER IMPRESE INDUSTRIALI CON MENO DI 100 DIPENDENTI

mesediritti rinnovoindennità di moraTOTALE
pagamento entro il mese di Gennaio€ 129,00€ 0€ 129,00
pagamento entro il mese di Febbraio€ 129,00€ 11,00€ 140,00
pagamento entro il mese di Marzo€ 129,00€ 22,00€ 151,00
pagamento entro il mese di Aprile€ 129,00€ 32,00€ 161,00
pagamento entro il mese di Maggio€ 129,00€ 43,00€ 172,00
pagamento entro il mese di Giugno€ 129,00€ 54,00€ 183,00
pagamento entro il mese di Luglio€ 129,00€ 65,00€ 194,00
pagamento entro il mese di Agosto€ 129,00€ 75,00€ 204,00
pagamento entro il mese di Settembre€ 129,00€ 86,00€ 215,00
pagamento entro il mese di Ottobre€ 129,00€ 97,00€ 226,00
pagamento entro il mese di Novembre€ 129,00€ 108,00€ 237,00
pagamento entro il mese di Dicembre€ 129,00€ 118,00€ 247,00


3) IMPORTI PER IMPRESE INDUSTRIALI CON PIÙ DI 100 DIPENDENTI

mesediritti rinnovoindennità di moraTOTALE
pagamento entro il mese di Gennaio€ 258,00€ 0€ 258,00
pagamento entro il mese di Febbraio€ 258,00€ 22,00€ 280,00
pagamento entro il mese di Marzo€ 258,00€ 43,00€ 301,00
pagamento entro il mese di Aprile€ 258,00€ 65,00€ 323,00
pagamento entro il mese di Maggio€ 258,00€ 86,00€ 344,00
pagamento entro il mese di Giugno€ 258,00€ 108,00€ 366,00
pagamento entro il mese di Luglio€ 258,00€ 129,00€ 387,00
pagamento entro il mese di Agosto€ 258,00€ 151,00€ 409,00
pagamento entro il mese di Settembre€ 258,00€ 172,00€ 430,00
pagamento entro il mese di Ottobre€ 258,00€ 194,00€ 452,00
pagamento entro il mese di Novembre€ 258,00€ 215,00€ 473,00
pagamento entro il mese di Dicembre€ 258,00€ 237,00€ 495,00
Ultimo Aggiornamento: 04/01/2017