Provvedimenti Disciplinari

 

SANZIONI AMMINISTRATIVE

Chiunque esercita l’attività di mediazione senza essere in possesso dei requisiti previsti per lo svolgimento dell’attività di mediatore è punito con una sanzione amministrativa da un minimo di € 7.500,00 ad un massimo di € 15.000,00 ed è tenuto alla restituzione alle parti contraenti delle provvigioni percepite (art. 8 L. 39/1989 e art. 1 comma 47 L. 296/2006).


L’agente che per la propria attività si avvale di moduli o formulari  non depositati presso la Camera di Commercio competente per territorio, è punito con la sanzione amministrativa di € 1.549,37 (art. 21 comma 1 - DM 452/1990); se si avvale di moduli o formulari diversi da quelli depositati incorre nella sanzione di € 516,46 (art. 21 comma 2 - DM 452/1990).

 

SANZIONI PENALI

L'Ufficio è tenuto a denunciare all’autorità giudiziaria coloro che esercitano abusivamente, anche se in maniera occasionale, la professione di mediatore. Per coloro che siano incorsi per tre volte nella sanzione per esercizio abusivo, si applicano le pene previste dall'art. 348 del codice penale e dall'art. 2231 del codice civile. 

Ultimo Aggiornamento: 17/12/2015