Disegni e Modelli

 

 

Per disegno o modello s’intende l’aspetto dell’intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale e/o dei materiali del prodotto stesso e/o del suo ornamento.

Inoltre il disegno o modello applicato od incorporato nel componente di un prodotto complesso possiede i requisiti della novità e del carattere individuale soltanto:

1. se il componente, una volta incorporato nel prodotto complesso, rimane visibile durante la normale utilizzazione e cioè durante l’utilizzazione da parte del consumatore finale, esclusi gli interventi di manutenzione, assistenza e riparazione.

2. se le caratteristiche visibili del componente possiedono di per se i requisiti di novità e di individualità.

Durata:

La registrazione di un disegno o modello dura 5 anni dalla data di deposito della domanda ed è rinnovabile di quinquennio in quinquennio per un periodo massimo di 25 anni.

 

 

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE

Per i depositi in formato cartaceo effettuati presso la Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare è sufficiente presentare la modulistica in n. 1 originale, mentre NON sono necessarie le ulteriori n. 2 copie, previste nella procedura ministeriale.

DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA

A) n.1 originale dei disegni

B) n.1 originale del modulo domanda disegno e modello

A) DISEGNI

I disegni devono essere eseguiti o impressi a linee di inchiostro di colore scuro, su fogli di carta bianca resistente e non brillante di formato 21x30, lasciando un margine di almeno 2 cm. Le tavole di disegno non devono contenere alcuna dicitura, tranne le indicazioni necessarie per la loro comprensione ed eventualmente la scala adottata. Ogni tavola deve essere firmata dal richiedente o dal suo mandatario in alto a destra e in calce di ciascuna va indicato il numero progressivo della tavola. Se il colore o i colori costituiscono caratteristica del modello la riproduzione deve essere eseguita nel colore o nei colori rivendicati. Le tavole dei disegni possono essere sostituite dalle riproduzioni fotografiche del disegno o modello o dai campioni.

L’Ufficio richiede al fine di velocizzare le procedure di rilascio della domanda di registrazione, l’inserimento dei disegni in una chiavetta USB, file in formato JPG.

DOCUMENTAZIONE (FACOLTATIVA)

 n. 1 originale descrizione

 n. 1 originale rivendicazioni

DESCRIZIONE DI DISEGNO E MODELLO

Avente per titolo: ex.“POLTRONA CON SPALLIERA ANATOMICA” a nome di ...... (riportare i dati del richiedente) depositata il: ........ (a cura dell'Ufficio) (segue la descrizione del disegno o dei modelli) La descrizione deve essere allegata alla domanda, quando si ritiene utile per definire meglio le caratteristiche visibili del disegno o modello, che s’intendono rivendicare.

Ogni foglio non deve contenere più di 25 linee di scrittura, lasciando un margine di cm. 3 alla sinistra del foglio e un adeguato margine agli altri lati del foglio, nonché uno spazio tra le linee tale da consentire correzioni interlineari. Nella descrizione potranno essere elencate le tavole relative alla rappresentazione grafica del disegno o modello, illustrandone il contenuto, con riferimento a sezioni o parti contrassegnate da numeri o lettere.

RIVENDICAZIONI

Le rivendicazioni sono le parti essenziali e nuove del trovato che si vogliono proteggere. Ciascuna rivendicazione deve essere riferita ad una caratteristica ornamentale innovativa ed essenziale del disegno e modello. Ogni rivendicazione deve iniziare preferibilmente con l’enunciazione del titolo, ad esempio, un modello dal titolo: ex.”Poltrona con spalliera anatomica”

1)Poltrona con spalliera anatomica, caratterizzata ….;

2)Poltrona con spalliera anatomica, come a rivendicazione precedente, caratterizzata da….;

3)Poltrona con spalliera anatomica, come a rivendicazioni precedenti, caratterizzata da….;

4)Poltrona con spalliera anatomica (continuare fino all’esaurimento delle caratteristiche).

ATTENZIONE: Le rivendicazioni devono cominciare su una nuova pagina e non sulla stessa pagina della descrizione.

LETTERA D’INCARICO

La lettera d’incarico (art. 201 del Dlgs. n°30/2005), in bollo da € 16,00, redatta in conformità del modello riportato in appendice, va firmata dal richiedente e controfirmata, per accettazione, dall’incaricato; vale per il deposito di una sola o più domande di registrazione dello stesso richiedente.

LA DESIGNAZIONE D’INVENTORE

L’inventore dovrà essere dichiarato nella domanda; in caso contrario è necessaria la presentazione di un separato atto di designazione.

REGISTRAZIONE MULTIPLA

Oltre alla possibilità di richiedere la registrazione di un disegno o modello, è altresì possibile presentare con una sola domanda di deposito, fino a 100 disegni e modelli (registazione multipla),purché si riferiscano a prodotti appartenenti ad una medesima classe, secondo la Classificazione di Locarno (vedi sezione allegati).

 

 

Chiunque può depositare un disegno o modello. Non è necessario avere la Partita IVA o essere titolare di un’impresa.

La domanda di deposito di un disegno o modello può essere presentata anche da una persona fisica che, se non desidera utilizzarlo direttamente, può concederlo in uso a terzi, in genere dietro pagamento di un corrispettivo.

Si ricorda comunque che il mancato utilizzo del disegno o modello, anche tramite la licenza d’uso, per un periodo ininterrotto di cinque anni è causa di decadenza.

Documenti necessari:

 

 - MODULO DISEGNI E MODELLI (DIS-RI) per richiedente

 

 

I moduli  devono essere compilati a computer

 

DIRITTI DI SEGRETERIA

  

40,00 €

Deposito cartaceo 

3,00 €

Per copia autentica (eventuale su richiesta)

Il pagamento dei diritti di segretaria camerali, per gli importi sopra indicati, deve essere effettuato sul conto corrente postale n. 13405303 intestato a CCIAA di Venezia Rovigo Delta Lagunare, indicando nella causale il tipo di deposito effettuato e il codice 011.

DIRITTI DI DEPOSITO

  

100,00 €

Formato cartaceo per un disegno o modello

200,00 €

Formato cartaceo per deposito multiplo

Il pagamento della tassa di concessione governativa deve essere effettuata successivamente al deposito con F24 che l’Ufficio marchi e brevetti consegnerà.  La data del deposito decorre dalla data dell'effettivo pagamento dell'F24.

DIRITTI  DI PROROGA QUINQUENNALE DELLA REGISTRAZIONE PER UNO O PIU' DISEGNI O MODELLI

Oltre il primo quinquennio, è necessario corrispondere anticipatamente entro l'ultimo giorno utile del mese corrispondente a quello in cui è stata depositata la domanda, il pagamento per ottenere la proroga della registrazione di disegni o modelli. Trascorso suddetto periodo il pagamento è ammesso entro il termine di quattro mesi dalla data di registrazione del disegno o modello, ovvero nei sei mesi successivi dietro la corresponsione della mora, per i diritti eventualmente maturati fino a tale momento.

DIRITTI DI PROROGA QUINQUENNALE DELLA REGISTRAZIONE PER UNO O PIU’ DISEGNI O MODELLI oltre il quinto anno

  

SECONDO QUINQUENNIO

30,00 €

TERZO QUINQUENNIO

50,00 €

QUARTO QUINQUENNIO

70,00 €

QUINTO QUINQUENNIO

80,00 €

Per il ritardo del mancato pagamento (entro il semestre successivo alla scadenza)

100,00 €

Il pagamento deve essere effettuato tramite versamento con modello F24 Versamenti con elementi identificativi, scaricabile sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Il pagamento si fa online, o in banca o in posta, per ulteriori informazioni sulla procedura consulta la "sezione allegati". 

 

La disciplina giuridica nazionale in materia di brevetti e marchi è oggi prevalentemente contenuta nel Codice della Proprietà Industriale (d.lgs. 10 febbraio 2005, n. 30), che individua (art. 2 comma 1 d.lgs. n. 30/2005) quali strumenti tipici per la costituzione del diritto di proprietà industriale: la brevettazione e la registrazione.

 La brevettazione (art. 2 comma 2 d.lgs. n. 30/2005) può avere ad oggetto invenzioni:

  • invenzioni
  • modelli di utilità
  • nuove varietà vegetali

 La registrazione (art. 2 comma 3 d.lgs. n. 30/2005) può avere ad oggetto:

  • marchi
  • disegni e modelli
  • topografie di prodotti a semiconduttori

 Altri riferimenti normativi in materia sono costituiti da:

  • Regolamento di attuazione del Codice della proprietà industriale decreto 13 gennaio 2010, n. 33;
  • D. lgs. n. 131 del 13 agosto 2010
Ultimo Aggiornamento: 28/11/2016