Privacy

Stiamo aggiornando le nostre politiche e il nostro sistema di gestione dei dati personali per garantire i tuoi diritti in materia di privacy secondo le disposizioni del nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati nella Unione Europea (GDPR).

La Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare è costantemente impegnata a garantirti trasparenza e sicurezza nelle modalità di trattamento dei tuoi dati. Le modifiche che stiamo apportando ci consentono di salvaguardare i tuoi dati e meglio tutelare la tua privacy.

Per esercitare i tuoi diritti puoi scrivere a privacy@dl.camcom.it


Pagare il Diritto Annuale

Avvisi DIRITTO ANNUALE
Diritto annuale 2018 - Ricordate la scadenza del ravvedimento operoso?

C'è tempo fino al prossimo 30 giugno 2019 per effettuare il corretto versamento con l’istituto del ravvedimento operoso, pagando una sanzione ridotta rispetto all’ordinaria.

Attenzione: come pagare il diritto annuale

Il diritto annuale si paga esclusivamente con il modello F24

Modello Corretto
Richiesta estranea alla Camera di Commercio
Ultimo Aggiornamento: 28/05/2019

Sono tenute al pagamento tutte le imprese iscritte o annotate al Registro delle Imprese al 1° gennaio di ogni anno o che si iscrivono in corso d’anno. L’importo non è frazionabile in rapporto alla durata dell’iscrizione nell’anno (art. 3 comma 2 D.M. 359/2001). Nel caso di trasferimento della sede legale o principale in altra provincia, il diritto è dovuto alla Camera di Commercio ove è ubicata la sede legale o principale al 1° gennaio dell’anno a cui si riferisce il pagamento.

Sono tenute al pagamento del diritto annuale:
tutte le imprese che al primo gennaio di ogni anno risultano iscritte o annotate nel Registro delle Imprese, nonché le imprese iscritte o annotate nel corso dell'anno di riferimento.

Dal 2011 sono tenuti al pagamento anche i soggetti iscritti al solo Repertorio Economico Amministrativo (REA), come Associazioni o simili, che fino al 2010 erano esenti dall'obbligo.

Nel caso di trasferimento della sede legale o principale in altra provincia, il diritto è dovuto alla Camera di Commercio ove è iscritta la sede legale o principale al primo gennaio dell'anno di riferimento, o alla diversa data se l'impresa è stata costituita successivamente al primo gennaio.

Sono soggetti esonerati dal pagamento del diritto annuale:

  • le imprese per le quali sia stato adottato un provvedimento di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa cessano di essere soggette al pagamento dall’anno solare successivo a quello in cui è stato adottato il provvedimento (salvo l’esercizio provvisorio dell’attività);
  •  le imprese individuali cessano di essere soggette al pagamento dall’anno solare successivo a quello in cui è cessata l'attività, purchè la domanda di cancellazione dal R.I. sia stata presentata entro il 30 gennaio successivo;
  • le società e gli altri soggetti collettivi cessano di essere soggette al pagamento dall’anno successivo a quello in cui è stato approvato il bilancio finale di liquidazione, purchè la domanda di cancellazione dal R.I. sia stata presentata entro il 30 gennaio successivo all’approvazione del bilancio finale;
  • le società cooperative, che ricadono nell'ipotesi dell'articolo 2544 del codice civile, cessano di essere soggette al pagamento a partire dall’anno solare successivo a quello della data del provvedimento che ha comportato lo scioglimento per atto dell'Autorità governativa.

sono quindi assoggettate all'obbligo del pagamento anche :

  • le società iscritte al Registro Imprese che risultano ancora in fase di liquidazione;
  • le società iscritte che hanno comunicato la cessazione dell’attività, conservando tuttavia l’iscrizione al Registro Imprese.

Riferimenti:

  • Legge n. 580/1993 art. 18
  • Legge n. 488/1999 art. 17
  • Decreto Ministeriale 11.05.2001 n. 359
  • Circolare Ministero Industria n. 3515 del 23.05.2001
  • Circolare Ministero Industria n. 3520 del 24.07.2001
Ultimo Aggiornamento: 28/05/2019