Gestione centri di raccolta - Categoria 1

Ai sensi dell’art. 183 comma 1 lettera cc) del d.lgs. 152/2006 e s.m.i.: “area presidiata ed allestita, senza ulteriori oneri a carico della finanza pubblica, per l'attività di raccolta mediante raggruppamento differenziato dei rifiuti per frazioni omogenee conferiti dai detentori per il trasporto agli impianti di recupero e trattamento”. La disciplina dei centri di raccolta è data con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, sentita la Conferenza unificata Stato - Regioni, città e autonomie locali, di cui al decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

 

DOMANDA DI ISCRIZIONE

L’iscrizione deve essere inviata telematicamente allegando i seguenti documenti:

1. Modulo di domanda generato in automatico dal sistema telematico. Tale modulo, prima di essere allegato all'istanza, dovrà essere firmato secondo le modalità indicate dal manuale d'uso

2. Foglio riepilogativo dell'istanza, generato in automatico dal sistema, riportante lo stesso codice identificativo del modello di domanda di cui sopra

3. Con l’entrata in vigore del D.Lgs n. 218/2012 è cambiata la modalità ed i soggetti sottoposti a controllo ai sensi del D.Lgs n. 159/2011, si necessaria la compilazione e l'invio dell'allegato B relativo alle dichiarazioni ai sensi dell'art. 85 del d.Lgs 06 settembre 2011 n. 159 (codice antimafia). N.B.: le società di capitali con sede legale nella Provincia di Rovigo dovranno compilare ed allegare all’istanza anche il modello scaricabile direttamente dal seguente link: modello

4. Dimostrazione della dotazione minima di personale addetto individuata nell’ allegato 1 alla deliberazione

5. Dimostrazione della qualificazione e dell’addestramento del personale addetto secondo le modalità di cui all’allegato 2 alla deliberazione

6. Dimostrazione della qualificazione e dell’addestramento del personale addetto, di cui alla lettera c) dell’art. 1 comma 1 della Delibera, con l'invio dell’allegato 2c  alla delibera

7. Intercalare RT, compilato dal responsabile tecnico per accettazione d’incarico e corredato dalla copia di un documento di identità in corso di validità del firmatario.

8. Dimostrazione requisiti responsabile tecnico – Schema requisiti minimi RT. Allegare all'istanza telematica in copia conforme all'originale (usando l'apposito modello) i titoli posseduti (corsi, titoli di studio, dichiarazioni sull'espertienza svolta) oppure, utilizzando il modello per l'autocertificazione, dichiararne il possesso sotto la propria responsabilità

9. Dimostrazione del requisito di capacità finanziaria con gli importi individuati nell’allegato 3 della deliberazione.

Documenti da presentare:

  • affidamento bancario utilizzando l'apposito schema di cui all'allegato 4 della deliberazione
  • copia semplici delle denunce IVA, dei bilanci, della dichiarazione dei redditi (volume d'affari, immobilizzazione materiali, ecc...) degli ultimi due esercizi chiusi. Per le imprese obbligate al deposito annuale del bilancio di esercizio al Registro delle Imprese, non è necessario allegare alcuna copia dello stesso

I documenti sopraelencati possono essere dimostrati tutti o in alternativa corredati, se in copia, da dichiarazione sostitutiva di atto notorio che attesti la conformità delle copie agli originali resa dal legale rappresentante (schema)

 

GARANZIE FINANZIARIE
L’iscrizione per l’attività dei centri di raccolta è subordinata alla presentazione di idonea garanzia finanziaria, secondo quanto disposto dal decreto del Ministero dell’ambiente 8/10/1996 e s.m.i. per la categoria “raccolta e trasporto di rifiuti urbani e assimilati”, solo nel caso in cui si preveda la gestione di rifiuti pericolosi.
In tal caso l'impresa verrà iscritta nella classe di riferimento della popolazione servita della categoria 1 specifica, ma presterà le garanzie finanziarie in base al quantitativo di rifiuti pericolosi trattati, o che intende trattare, annualmente. Infatti in sede di iscrizione l'impresa è tenuta ad autodichiarare la quantità di rifiuti pericolosi trattati, o che intende trattare, nel corso dell'anno e prestare le garanzie finzanziarie in base agli importi stabiliti dall'art.4 comma 3 del D.M. 8/10/1996 e s.m.i.

I soggetti già iscritti all’albo nella cat. 1, e che pertanto presentano istanza di integrazione, non sono tenuti alla presentazione di ulteriori garanzie finanziarie a condizione che l’attività di gestione dei centri di raccolta non comporti variazione della classe di iscrizione.

 

REVISIONE/RINNOVO DELL'ISCRIZIONE

Le imprese iscritte sono tenute a presentare ogni cinque anni, a decorrere dalla data di efficacia dell'iscrizione, la documentazione che attesti la permanenza dei requisiti previsti.

La documentazione deve essere presentata ai sensi dell'art.22 del DM 120/2024, cinque mesi prima della scadenza

In base alle nuove disposizioni del d.lgs.159/2011 (antimafia) in sede di revisione dell'iscrizione, dovrà essere prodotto anche l'allegato B.

N.B.: le società di capitali con sede legale nella Provincia di Rovigo dovranno compilare ed allegare all’istanza anche il modello scaricabile direttamente dal seguente link: modello

IMPOSTA DI BOLLO E DIRITTI DI SEGRETERIA PER L'INVIO DELL'ISTANZA

L'invio dell'istanza richiede il pagamento obbligatorio  dell'imposta di bollo del valore corrente (€ 16,00) e dei diritti di segreteria, con una delle seguenti modalità:

  • Carta di credito su circuito Visa o MasterCard con 3-D Secure
    Senza commissioni aggiuntive. Nel caso in cui il sistema non dovesse accettare la Vs. carta, è necessario rivolgersi all'istituto che l'ha rilasciata e verificarne l'abilitazione ai pagamenti elettronici.
  • TelemacoPay su circuito InfoCamere
    Consiste nel sistema per i servizi telematici realizzato da InfoCamere per le Camere di Commercio Italiane.
    Per saperne di più: http://telemaco.infocamere.it oppure http://www.registroimprese.it.
  • IConto via Telemaco
    InfoCamere ha realizzato il conto unico per i pagamenti verso la PA, integrabile in TelemacoPay.
    Per conoscere i servizi offerti dall'Istituto di Pagamento IConto visitare il link seguente: http://www.iconto.infocamere.it.
  • MAV Elettronico Bancario On-Demand
    E' uno strumento che consente il pagamento immediato senza alcuna commissione aggiuntiva mediante qualsiasi istituto bancario, sia nella modalità on-line attraverso l'home banking personale (basta trascrivere il codice identificativo del MAV e l'importo), oppure presso qualsiasi sportello bancario (con esclusione di Poste Italiane e Banco Posta) esibendo la copia stampata del bollettino in formato PDF prodotto dal sistema.

Importi diritti di segreteria

Albo Gestori Ambientali

Sede:

30173 Mestre - Via F. Marghera, 151

Orario di apertura al pubblico

dal lunedì al venerdì 8.45-12.30 - lunedì pomeriggio: 14:45 -16:00

Email:

albo.smaltitori@dl.camcom.it

Email PEC:

albogestori.veneto@pec.it

Informazioni Call Center:

0415349940

Orari Call Center:

dal lunedì al venerdì mattina: 9:00 - 13:00
dal lunedì al giovedì pomeriggio: 14:00 -17:30 venerdì pomeriggio: 14:00 – 16:00

Telefono:

041786111 centralino

Orari Telefonici

dal lunedì al venerdì mattina: 8:45-12:30
lunedì pomeriggio: 14:45 -16:00

Fax:

041786150

Ultimo Aggiornamento: 04/09/2017