Esercitare una attività regolamentata

La Camera di Commercio valuta la presenza dei requisiti previsti dalla legge per l'esercizio di attività regolamentate ESCLUSIVAMENTE nel corso dell'istruttoria delle pratiche presentate al Registro Imprese o all'Albo Artigiani.

Pertanto NON POSSONO ESSERE RILASCIATI PARERI PREVENTIVI IN MATERIA.

In data 31 luglio 2010 è entrato in vigore il Decreto Legge 31 maggio 2010, n. 78, così come convertito e modificato dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122 che istituisce la SCIA.

La SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) prende il posto della DIA (dichiarazione di inizio attività).
L’esercizio delle attività soggette a verifica dei requisiti:

  • Impiantisti - DL 37/2008;
  • Autoriparatori - L. 122/1992;
  • Facchinaggio - DM 221/2003;
  • Pulizia - L. 82/1994

possono iniziare dalla data di presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) al SUAP competente, e contestualmente al Registro delle Imprese attraverso la procedura “ComUnica”.

Le SCIA concernenti le attività di cui sopra potranno essere compilati esclusivamente dall'applicativo SUAP (reperibile nel portale www.impresainungiorno.gov.it) a cui le imprese e i professionisti da esse incaricate possono accedere con CNS (smart card o dispositivo di firma USB) o SPID.

Dal 20 Ottobre 2015 La Segnalazione Certificata D'inizio Attivita' (SCIA) relativa a Impiantisti, Autoriparatori, Imprese di Pulizia e Imprese di Facchinaggio non è' piu' soggetta alla tassa di concessione governativa (Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale della Lombardia - Interpello n. 904-682/2015).

 

Ultimo Aggiornamento: 24/07/2017